Pianificazione e gestione sicura ed efficiente con Wilo e BIM

In qualità di fornitori premium di soluzioni per la tecnica edilizia e la gestione delle risorse idriche, offriamo una vasta gamma di prodotti e servizi nonché modelli BIM aggiornati per sostenervi nella pianificazione del progetto.

Tutto ciò è possibile perché i nostri modelli BIM vi consentono di aumentare la sicurezza di progettazione e di condurre un controllo immediato e un’analisi degli errori - da case monofamiliari fino a progetti più grandi.

I nostri modelli BIM vi permettono di riprodurre l’intero ciclo di vita di un edificio o infrastruttura e vi sostengono durante ogni fase:

Dalla bozza di progetto e dalla progettazione dei lavori attraverso il processo di assegnazione, dalla pianificazione e supervisione dei lavori di costruzione fino alla manutenzione permanente dell’immobile.

Approfittate come sempre delle nostre soluzioni Wilo e affidatevi ai nostri modelli BIM per tutte le fasi del vostro progetto.

Nel primo caso occorrerà verificare la versione dei blocchi in uso da parte del vostro BIM Manager e riservare dello spazio di archiviazione nel vostro server.

Visita il sito partner BIM & COVisita il sito partner BIM Catalogs

Mentre nel secondo caso questo non sarà necessario in quanto tutta la gestione dell'archivio verrà fatta da Wilo e resa disponibile direttamente su Revit all'interno del modello sul quale si sta lavorando, con un notevole risparmio di tempo e risorse.

Qui sotto è disponibile la procedura per scaricare lo specifico plug-in per Revit.

Wilo offre modelli BIM con classificazione ETIM tramite Cadenas

Dalla metà del 2020 Wilo offre un nuovo portale per i dati BIM. Abbiamo scelto CADENAS costruzioni, sviluppo software e distribuzione S.r.l., produttore leader di software per cataloghi elettronici di prodotti CAD (eCATALOGsolutions), come nostro partner strategico.

Guardate qui per vedere come funziona questa soluzione: Video Youtube

Su questa piattaforma Wilo offre ora ai progettisti il miglior supporto possibile e i modelli BIM per pompe per acque cariche e acque pulite, per pompe standard e split case. Sono disponibili anche gli agitatori. I modelli BIM contengono il record metadati della rispettiva categoria ETIM (EC) nella lingua nazionale di tutti i paesi membri ETIM e sono anche geometricamente standardizzati nel caso di una categoria modellazione ETIM (Modeling Class, MC).

È altresì possibile selezionare la pompa desiderata direttamente in base alle caratteristiche ETIM e ad es. scaricarla in formato Revit, STEP o DWG e integrarla nel modello edificio BIM. Con un plugin fornito da Cadenas, la scelta della soluzione più adatta è possibile direttamente nell'ambiente CAD abituale ed è quindi molto più semplice ed efficiente. Inoltre, la classificazione ETIM aiuta ad evitare interpretazioni tecniche e linguistiche errate e consente al progettista di fare un confronto neutrale con la concorrenza.

Wilo offre i modelli pompa nelle versioni LOD 200 (Bounding Box), LOD 300 (Precise Geometry) e LOD 350 con punti di attacco aggiuntivi.

Il portale BIM verrà ulteriormente ampliato nei prossimi mesi ed integrato da altre serie di prodotti dalla tecnica edilizia commerciale. Per questi prodotti vi offriamo la soluzione anche tramite il nostro plugin Wilo-Revit fino a nuovo avviso.

Realizzazione rapida di progetti CAD professionali: grazie al pratico catalogo CAD di Wilo, i progettisti e gli impiantisti possono accedere rapidamente ai dati CAD 2D e 3D delle pompe e dei sistemi di pompaggio Wilo.

Con pochi clic è possibile selezionare il disegno desiderato nel formato necessario (DWG 2D o 3D e STEP) e avviare il download.

Il catalogo CAD di Wilo vi permette di consultare in qualunque momento disegni in scala senza dover eseguire complesse ricerche.

Catalogo CAD

Plugin Wilo-Revit

Con una licenza Autodesk Revit i progettisti specializzati possono utilizzare una banca dati Wilo aggiornata e attuale. Tramite il plugin Wilo-Revit potete utilizzare le nostre intelligenti Revit Families con le informazioni sui prodotti ETIM direttamente nei vostri progetti BIM. Il “pulsante Wilo” viene installato direttamente in Revit.

L’introduzione del plugin Wilo-Revit per BIM fa parte della nostra ampia gamma di servizi dedicati a installatori, consulenti, grossisti, servizi di manutenzione e partner OEM.

Requisiti minimi per il plugin Revit di Wilo:

  • Autodesk Revit 2013 o versione successiva
  • Autodesk Revit LT non disponibile (non è possibile installare il plugin Revit in Revit LT)
  • Accesso Internet

Se Autodesk Revit è installato in un ambiente Citrix, contattate il vostro amministratore di sistema per l’installazione del plugin Revit.

Qui per il plugin Wilo-RevitIstruzioni di installazione (PDF)
BIM product library (LOW RESOLUTION)

Che cos’è Building Information Modelling (BIM)?

Building Information Modelling (BIM) è un metodo di progettazione impiegato nelle costruzioni che rappresenta le caratteristiche tecniche e funzionali di un edificio in un modello virtuale 3D. Prima che la costruzione abbia inizio, tutti i dati rilevanti vengono raccolti per formare un cosiddetto doppione digitale della costruzione. Durante la fase di costruzione, tutte le parti coinvolte hanno accesso a tale doppione e con esso anche all’attuale piano di costruzione.

Consultant Jens - SiBoost

BIM è un processo di ottimizzazione che ha l’obiettivo di rendere l’esecuzione del progetto più rapida ed economica. Lavorare con BIM è consentito per progetti di tutte le dimensioni ed è già obbligatorio in molti paesi per architetti e progettisti nelle gare di appalto pubbliche.

Rispetto ai tipi costruttivi tradizionali, il committente potrà raggiungere l’obiettivo di tempi e costi di costruzione ridotti grazie a questi vantaggi:

  • Prevenzione di errori già in fase di progettazione - ad esempio, è possibile riconoscere e correggere facilmente le collisioni di tubature nel doppione digitale
  • Aumento della produttività grazie all’accesso di tutte le parti coinvolte ai dati/piani costantemente aggiornati
  • Arricchimento delle geometrie CAD con informazioni tecniche

BIM vi sostiene durante l’intero ciclo di vita dell’edificio

Dopo la fase di costruzione, il doppione digitale diventa proprietà del committente, il quale può utilizzare il Facility Management grazie alle informazioni e ottimizzando i costi. Anche nel caso di smantellamento di un edificio, le informazioni contenute nel doppione digitale aiutano nello smaltimento e recupero di materie prime. In questo modo, tutte la parti in causa beneficiano delle proprietà di BIM.

Standardizzazione di BIM in ascesa

I resoconti delle esperienze degli utenti BIM nei progetti mostrano che questo metodo garantisce solo vantaggi. Facendo un confronto a livello internazionale, molti paesi lo hanno già riconosciuto, hanno stabilito il metodo e/o lo hanno addirittura reso obbligatorio per i progetti di costruzione finanziati con fondi pubblici.

Anche la Germania promuove attivamente l’argomento. Alla fine del 2015 il Ministero Federale dei Trasporti e Infrastrutture Digitali ha istituito una commissione di riforma “Costruzione di grandi progetti” e avviato progetti pilota. Dalla metà del 2017 è stato realizzato un numero crescente di progetti di infrastrutture di trasporto con il sostegno di BIM. L’obiettivo è di utilizzare BIM per progetti di infrastrutture di trasporto a livello federale a partire dal 2020.

BIM Lifecycle (English)

Domande frequenti riguardo BIM

Che differenza c’è tra BIM e i modelli CAD convenzionali?

Oltre a un modello CAD 3D, BIM contiene ulteriori metadati, come il numero di prodotto, la descrizione del prodotto, le dimensioni di connessione delle flange/raccordi filettati per tubi, le informazioni di connessione per i collegamenti elettrici nonché tutte le rilevanti quote di montaggio. In futuro, i modelli BIM potranno essere ampliati con ulteriori dati pompa, come: Prestazioni idrauliche, valori di efficienza, modi di regolazione (dp-V, dp-C, regolazione in funzione del numero di giri). La standardizzazione non è ancora completa, ma altri dati come gli spazi di iniezione, informazioni sul riciclaggio e gli algoritmi del software verranno probabilmente aggiunti nei prossimi mesi e anni.

In riferimento a BIM si parla spesso di modelli 4D o anche 7D. Che cosa indica la serie da 4D a 7D?

La dicitura 4D o 7D si riferisce al numero di livelli di informazione che compongono i modelli BIM. Il punto di partenza è rappresentato dai modelli 3D, i quali rendono possibile matematicamente una relazione spaziale e una sovrapposizione di oggetti. La quarta dimensione (4D) integra la dimensione spaziale con una componente temporale (informazioni relative alla data e all’ora), la quinta dimensione (5D) comprende informazioni relative ai costi. Inoltre, il modello 7D viene integrato da informazioni relative alla sostenibilità e all’efficienza (6D) e fornisce informazioni relative al Facility Management (7D).

È obbligatorio lavorare con la metodologia BIM per il mio progetto?

Nel frattempo, BIM è già utilizzato in molti paesi o è obbligatorio per i progetti dati in appalto a livello pubblico, visti i vantaggi predominanti per l’intera esecuzione del progetto. L’utilizzo di BIM non è obbligatorio nel caso di progetti di costruzione finanziati privatamente, ma è sempre più utilizzato ed è l’effettivo iniziatore della metodologia. Per il momento, l’utilizzo di BIM non è previsto unicamente nella configurazione di case unifamiliari e bifamiliari a causa della bassa percentuale di impianti termotecnici e della mancanza dell’aspetto di Facility Management.

Che cosa s’intende per una standardizzazione ETIM?

ETIM è un’iniziativa per la standardizzazione dello scambio elettronico dei dati di prodotto nel campo dell’elettrotecnica (prodotti per l'installazione elettrica, elettrodomestici ed elettronica di consumo) e dei settori correlati (attualmente HVAC/tecnica sanitaria) per consentire la vendita dettaglio elettronica di questi prodotti. Lo standard è specificamente progettato per soddisfare i requisiti di questi settori selezionati e consente la descrizione tecnica e uniforme dei prodotti e la loro assegnazione ad una categoria di prodotto. I prodotti vengono assegnati a categorie di prodotto senza gerarchia. I prodotti comparabili vengono poi ordinati nella categoria di prodotto. È possibile individuare il nome della categoria di prodotto anche attraverso i sinonimi assegnati che si riferiscono a tale categoria. Ad ogni categoria gli esperti del prodotto assegnano caratteristiche tecniche che lo descrivono. In questo modo, viene generata la classificazione ETIM.

La standardizzazione permette di trovare i prodotti tecnici a seconda della categoria o delle caratteristiche tecniche, indipendentemente dai fornitori. ETIM viene utilizzato nella trasmissione di dati tecnici di prodotto - ad es. per i cataloghi online. ETIM è fondamentalmente uno standard libero, vale a dire che il modello dati può essere utilizzato da tutti senza incorrere in costi di licenza. A partire dalla versione ETIM 7.0 (2017), è stato integrato anche il settore sanitario, riscaldamento e condizionamento.

Open/closed BIM

Closed BIM indica uno scambio di dati dipendente dal software di modelli di edificio digitali tramite formati di dati chiusi, proprietari, ad es. Revit, Allplan, Archicad ecc.

Open BIM indica, invece, che è possibile effettuale uno scambio di dati indipendente dal software di modelli di edificio. In questo caso, viene utilizzato il formato di dati aperto, non nativo, ad es. IFC (Industry Foundation Classes). Lo scambio di modelli geometrici è possibile senza restrizioni, mentre lo scambio di modelli di dati, invece, è limitato.

Level of Development (LoD)

Nella metodologia BIM vengono utilizzati termini come Level of Information (LoI), Level of Geometry (LoG) e Level of Coordination (LoC), i quali vengono impiegati in cinque stadi 100 – 500: 100 = conceptual; 200 = approx. geometry; 300 = precise geometry; 400 = fabrication; 500 = as-built. Il termine Level of Development (LoD) è composto dagli indicatori parziali LoI, LoC e LoG e definisce il grado di maturità complessivo di una componente virtuale.